hai bisogno di rimuovere dei contenuti negativi dal web?

Tenere sotto controllo le informazioni che circolano in rete è sempre più difficile. Chiunque può pubblicare un post, una foto o un video che violano la privacy altrui e, nei casi più gravi, possono comprometterne la reputazione.

L’esigenza di cancellare contenuti diffamatori su internet è sempre più diffusa: il percorso da seguire, tuttavia, non è così semplice. Non basta, infatti, rimuovere il contenuto originario ma nella maggior parte dei casi bisogna risalire anche alle ripubblicazioni e ai rimandi alla notizia o al post incriminato.

Come comportarsi, dunque, di fronte a una presunta violazione della propria privacy?

Diritto all’oblio e consenso al trattamento dei dati

Ormai da diversi anni il tema del diritto all’oblio è ampiamente dibattuto. Recentemente, una svolta è stata segnata dall’entrata in vigore del GDPR, il regolamento europeo sulla protezione dei dati personali che ha focalizzato l’attenzione in particolare sull’autorizzazione al trattamento dei dati e sulle modalità di revoca dello stesso.

Le nuove norme, tuttavia, non forniscono una risposta univoca a chi vuole ‘ripulire’ la propria identità digitale.

Tanto per cominciare, i provider non sono tenuti a fare una scrematura preventiva dei contenuti condivisi in rete. Ciononostante, nel momento in cui viene provata una violazione, sono chiamati ad attivarsi per oscurare il contenuto in questione.

Come noto, i colossi del web sono quotidianamente coinvolti in contestazioni che, a vario titolo, interessano le modalità di trattamento dei dati e l’esigenza di filtrare, entro certi limiti, ciò che viene veicolato attraverso il web.

Il tema è complesso perché coinvolge la libertà di informazione e di espressione, questioni che pongono precisi limiti al diritto all’oblio. Altro tema è quello che riguarda la violazione del copyright, anch’esso centrale e di grande attualità.

Cancellare i contenuti diffamatori su internet: come fare

Come deve comportarsi, dunque, chi intende reagire a una presunta violazione? La prima difficoltà consiste nell’individuare il soggetto a cui inviare la segnalazione. Il caso più semplice è quello delle piattaforme che mettono a disposizione dell’utente appositi strumenti, quali form e funzioni specifiche, per segnalare i contenuti non appropriati e per richiedere la loro rimozione.

Anche in questo caso, tuttavia, il risultato è incerto: tanto per cominciare, perché non sempre è possibile tenere traccia della segnalazione.

In alternativa, è necessario identificare il soggetto responsabile dei contenuti e del trattamento dei dati. Per cominciare andrà consultata l’informativa sulla privacy che, proprio in virtù del regolamento già citato, deve rispettare precisi requisiti e, almeno in teoria, è tenuta ad offrire all’utente tutti gli elementi utili per tutelare il proprio diritto alla riservatezza.

Tuttavia, risalire a questo soggetto può risultare molto complesso: in molti casi, infatti, non sarà possibile individuare un referente specifico e i suoi contatti. Attenzione anche a individuare la sede della società più appropriata per l’invio della segnalazione: non tutte, infatti, risultano competenti in materia.

Per quanto riguarda la cancellazione di una notizia, il primo passaggio da fare è cercare di ottenere una sua rettifica, ovvero un’integrazione che consenta di chiarire meglio i fatti e la propria posizione a riguardo. Diversamente, bisognerà arrivare ad accertare l’effettiva diffamatorietà della notizia: un iter, evidentemente, molto complesso.

Oltre a rivolgersi al provider o alla società di hosting in questione, chi desidera cancellare una foto, un video o altro contenuto può ricorrere alla polizia postale o a un legale per cercare di far valere i propri diritti.

Come segnalare ed eliminare i contenuti

Come già accennato, per eliminare traccia di un contenuto è necessario procedere alla cancellazione e alla deindicizzazione dello stesso.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, come specificato dal nuovo regolamento sulla privacy, nell’inviare la segnalazione al responsabile è necessario specificare la volontà di eliminare ogni “immagine, copia o riproduzione dei dati personali”.

POTREBBERO INTERESSARTI

hai bisogno di rimuovere dei contenuti negativi dal web?

cosa fare per cancellare
contenuti dal web?

  • identificazione dei contenuti lesivi alla reputazione ed alla privacy
  • monitoraggio 24/7 del posizionamento sui motori di ricerca
  • analisi della diffusione sui social network e grado di lesività
Vuoi intercettare le informazioni sul web ed avere sempre la situazione sotto controllo? scrivi a Workengo!
  • valutazione della migliore strategia dell’intervento di rimozione
  • compatibilità giurispundenziali per una richiesta di rimozione 
  • studio di tattiche digitali alternative efficaci
  • fattibilità economica e temporale per l’eventuale rimozione

Se vuoi intervenire con Workengo scrivici!

  • piano di prevenzione contro future minacce alla reputazione web
  • monitoraggio continuo per intercettare minacce con tempestività
  • creazione di una struttura difensiva sul web a tutela da minacce

Vuoi essere sereno, sicuro e consapevole?

Scrivi a Workengo e trasformati nel Mondo Moderno!

HAI BISOGNO DI ASSISTENZA?

Compila il Seguente Modulo



AccettaNon Accetta :
di prendere atto dell’informativa contenente anche i miei diritti, autorizzo l’invio delle newsletter.

Ricerca un Argomento su Workengo.it